Blog Enzo Anghinelli, è nata una stella

Blog Enzo Anghinelli, è nata una stella

Settembre 30, 2022 0 Di admin

Jannik Sinner, 20 anni, avanza senza indugio per affermarsi ancora di più nell’Olimpo del tennis: è lui la stella del mese segnalata nel blog di Enzo Anghinelli, blogger appassionato di sport, calcio e motori.

Nato nel 2001 a San Candido, in Trentino Alto Adige, ha cominciato subito a far parlare di sé, come giovane promessa del tennis. Destro, il suo colpo migliore è il rovescio bimane. Già tra i primi 300 nonostante la sua giovane età, non ci sono ormai più dubbi sul suo potenziale come giocatore. Alto, potente e intelligente, amato anche dai brand che gli offrono collaborazioni su collaborazioni, come la Nike. Sinner l’anno scorso è stato il primo giocatore nato nel 2001 ad aver vinto una partita nel tour principale. Una statistica che ha solo confermato ancora una volta il suo talento.

Continua a leggere le ultime news nel blog di Enzo Anghinelli

Nessuno prima di lui era avanzato così rapidamente verso la vetta del mondo del tennis. Nelle sole prime 70 partite, Sinner aveva ottenuto 44 vittorie.

È il più giovane vincitore nella storia delle NextGen ATP Finals (18 anni, 2 mesi e 24 giorni) ed è l’unico tennista del Belpaese ad aver conquistato quattro tornei ATP nella stessa stagione, un torneo ATP 500 su cemento outdoor, e a raggiungere la finale di un torneo Masters 1000 sul cemento sempre outdoor.

Al fianco di Sinner ora però non c’è più Riccardo Piatti, lo storico allenatore. Le strade dei due si sono separate proprio quest’anno, la notizia era stata annunciata dallo stesso giocatore sui social. Da  Dubai in poi, l’altoatesino sarà seguito dal nuovo coach, Simone Vagnozzi, 38enne di Ascoli Piceno.

Qualche insoddisfazione tecnica, una visione non più condivisa, e la martellata della sconfitta agli Australian Open hanno portato il giocatore a prendere questa decisione. Tennista lineare, razionale, ligio al dovere, ha dichiarato: “Da me pretendo il cento per cento, voglio sempre lottare, mi esalto nei punti importanti, sono programmato così”. Quattro anni fa Jannik Sinner era sugli spalti di Milano. Nel 2019 l’ATP gli ha assegnato il premio come esordiente dell’anno. Negli ultimi due anni, è stato protagonista indiscusso e ora sta dimostrando di essere sulla buona strada per rimanere in vetta.

Un’altra stella di successo, Nike blinda Sinner: contratto da 150 mln per 10 anni

Nike-Sinner, un doppio asse che segnerà il tennis nei 10 anni a venire! Peccato che Enzo Anghinelli non l’abbia segnalata tra le stelle del mese. Jannik Sinner, infatti, è molto più del futuro del tennis italiano. Jannik Sinner è il futuro del tennis. O almeno questa è la logica che ha ispirato Nike che ha voluto il giovane con sé per i prossimi 10 anni e per farlo investirà una cifra da capogiro. Si parla di oltre 150 milioni di euro, circa 15 a stagione, che lo collocano tra i primissimi giocatori al mondo in termini di guadagni ottenuti da sponsorizzazioni. La notizia è arrivata a Roma, durante gli Internazionali del Tennis, dove Jannik è stato battuto ai quarti di finale, comunque il miglior risultato al Foro Italico nella sua breve ma vincente carriera.

In questi anni lo abbiamo visto indossare in campo i capi Nike, come dimostrano le foto dei tornei e quelle che si possono sbirciare sul suo profilo Instagram @janniksin che vanta ben 572k Followers. Era solo il 2019 quando il tennista, ancora agli esordi ma con già in tasca i primi successi, annunciava la collaborazione con il noto marchio americano.

Subito dopo la prima vittoria dell’italiano nel circuito ATP, ottenuta al Foro italico contro Johnson, la Nike lo aveva avvicinato. Il giovane tennista altoatesino che nel frattempo ha continuato a mettere a segno nuovi record si è rivelato un ottimo investimento per Nike.

Per questo tre anni dopo, arriva un’estensione che porterà Jannik tra i primi 10 giocatori più pagati. Ai 15 milioni di sponsor Nike, infatti, se ne aggiungono altri 5 milioni l’anno che provengono da Lavazza, Rolex, Technogym, Parmigiano Reggiano, Alfa Romeo, Fastweb, Gucci, San Paolo e Panini. 20 milioni che lo avvicinano alla ben alta cifra di 26 che si intasca la star Rafa Nadal. Roger Federer, invece, è ancora molto lontano, con Uniqlo (subentrato a Nike) guadagna ben 30 milioni l’anno. Ad ogni modo, nelle prossime settimane, Sinner lancerà anche una sua linea di merchandising.